2 Maggio 2017

ICAOR11: il Professor Jänig keynote speaker della terza giornata di conferenza in AIMO

Nella mattinata di domenica 23 aprile, il Professor Wilfrid Jänig, della University Kiel di Germania, presenta la sua reazione sul Sistema Nervoso Autonomo.

L’ultima giornata dell’undicesimo International Conference on Advances in Osteopathic Research (ICAOR), organizzato dall’Accademia Italiana di Medicina Osteopatica AIMO si è inaugurata con uno degli ospiti più amati di questa edizione.

Professore Emerito presso il Dipartimento di Fisiologia della University Kiel in Germania, il Dottor Wilfrid Jänig, esperto studioso del Sistema Nervoso Autonomo e dei suoi meccanismi neurobiologici, con riguardo particolare alle loro interazioni con la medicina manuale osteopatica, ha presentato una relazione dal titolo : “Autonomic Nervous System and Inflammation”.

Trattando di Sistema Nervoso Autonomo e processi infiammatori, il Professor Jänig ha evidenziato come il SNA, e in particolare il Sistema Nervoso Simpatico, abbia un ruolo significativo nel controllo inibitorio che regola l’infiammazione, ovvero lo ‘spegnimento’ della risposta infiammatoria a seguito di eventi traumatici o similari.

Lo studioso ha supportato tali speculazioni scientifiche presentando diversi suoi recenti lavori, ma anche studi di illustri colleghi, tra cui l’italiano David Martelli, l’americano Arthur Craig e l’australiano Lorimer Moseley.

I dati riportati dal Professor Janig e le sue speculazioni scientifiche risultano di particolare interesse per il mondo osteopatico, a cui lo stesso Professore si rivolge spesso, in particolare con riguardo alle possibili interazioni tra Trattamento Manuale Osteopatico e Sistema Nervoso.

Si ritiene, infatti, che l’osteopata con la sua azione, agendo su una disfunzione tessutale possa essere in grado di apportare afferenze al sistema nervoso centrale in grado di normalizzare i processi di disregolazione autonomica. Inoltre, è possibile speculare che con l’OMT attraverso una riduzione di una disfunzione somatica vertebrale, potrebbe interferire positivamente con una  facilitazione del Sistema Nervoso Autonomo, apportando benefici indiretti all’infiammazione tessutale.

Nella discussione seguita tra i partecipanti in sala e il Professor Janig è parso chiaro che ancora non esistano sufficienti evidenze scientifiche al riguardo; vi sono tuttavia strade e indizi che lasciano supporre che ciò potrebbe attuarsi.

 



 

News - Eventi

Partnership e Collaborazioni