1 marzo 2017

Studio all’estero: studenti osteopati francesi in visita in AIMO

Per un progetto di scambio culturale, l’Accademia di osteopatia di Saronno ospita 4 studenti dall’Institut des Hautes Etudes Ostéopathiques di Nantes.

Hanno apprezzato l’ospitalità italiana, il calore che gli studenti del quarto anno di corso full time dell’Accademia di osteopatia saronnese ha riservato loro, ma anche le bellezze del vicino lago di Como, le guglie del Duomo di Milano e, naturalmente, la pizza!

Antoine, Marine, Simon e Victoire: questi i nomi dei quattro studenti dell’Institut des Hautes Etudes Ostéopathiques IdHEO di Nantes (Francia) che hanno partecipato allo scambio culturale che, anche quest’anno, AIMO e IdHEO hanno organizzato per gli studenti del quarto anno di corso. Un progetto possibile grazie alla partnership internazionale che da anni lega le due istituzioni di formazione osteopatica.

AL FIANCO DEGLI STUDENTI OSTEOPATI ITALIANI IN AULA E AL CFTO

Per una settimana, dal 20 al 24 febbraio, i quattro studenti francesi sono stati ospiti di AIMO e, al fianco dei colleghi italiani, hanno seguito le lezioni in aula e hanno svolto un tirocinio osservazionale al Centro di Formazione e Tirocinio Osteopatico CFTO.

Un’esperienza preziosa per i giovani dell’IdHEO, ma anche per i compagni di AIMO, che si sono dimostrati disponibili e ancor più felici di aiutare i colleghi d’oltralpe: “E’ stato molto interessante parlare con loro  - raccontano dall’Associazione studentesca - e attraverso i loro racconti conoscere meglio la realtà e la scuola da cui provengono”.

UN ESPERIENZA DI STUDIO ALL’ESTERO MOLTO INTERESSANTE

Il confronto è stato giudicato positivamente anche dagli studenti francesi che dicono di essere rimasti piacevolmente colpiti dal clima disteso che si respira in Accademia, dalla disponibilità del corpo docente e dal rapporto di fiducia che i professori AIMO stringono con i loro studenti.

In particolare, durante il tirocinio osservazionale al CFTO hanno apprezzato come gli studenti vengano attentamente guidati dai tutor che tuttavia non smettono di incoraggiarli e stimolarli all’acquisizione di abilità e competenze anche in autonomia. Un atteggiamento che gli studenti di Nantes giudicano, “di grande aiuto alla crescita e alla maturazione professionale del tirocinante osteopata”.

 



 

News - Eventi

Partnership e Collaborazioni